Ho scelto di scrivere questo articolo per condividere con Voi utilissime informazioni commerciali, tecniche e studi di fattibilità che ho recuperato negli ultimi giorni sui sistemi di accumulo per impianti fotovoltaici. Premetto che lo scorso anno avevo già valutato soluzioni fotovoltaiche con batteria, ma poi visti i prezzi ho capito che ancora la tecnologia non era per nulla vantaggiosa.

COSA È SUCCESSO

Spostiamoci a qualche settimana fa, quando all’ennesima telefonata di un centralinista che mi propone il sistema di batteria gratis per il mio fotovoltaico decido di ricevere a casa il tecnico incaricato, che dopo aver confuso kW con i kWh, capisco che altro non era che un bravo commerciale.
Inizia il suo bel discorso con grafici e numeri, premetto che ero prevenuto, ma il suo ragionamento iniziava ad incuriosirmi. Sinteticamente il suo discorso si basa sul presupposto che siccome non riusciamo a consumare energia in sincronia con il sole e che spesso i consumi si concentrano la sera davanti al divano con le luci accese, l’installazione di una batteria che si carica durante il giorno e che alimenta di notte permette di sfruttare al massimo l’energia prodotta dal fotovoltaico.
Poi mi sottolinea garanzia di 10 anni (e mi emoziono), taglie di capacità di 3 5 e 7 kWh (doppia emozione) e poi scrutando nel foglietto scopro che l’output di potenza della batteria andava dai 3 ai 6kW in uscita, questo vuol dire che la batteria può senza difficoltà dare velocemente l’energia (cosa non scontata) e quindi può …. (!!!) durante il giorno mentre il sole timido ci dà i suoi 1500W e noi decidiamo di accendere forno e lavastoviglie (3000W), la batteria entra in funzione e ci aiuta con quello che manca!!!!

L’IMBROGIO

L’inganno del commerciale inizia quando prospetta di poter abbattere i costi di acqua calda e riscaldamento passando alle pompe di calore, non gli rido in faccia, ma per i meno esperti, riscaldare e fare acqua calda richiede molta più energia di quella che può fornire un piccolo impianto fotovoltaico. Bisognerebbe fare uno studio termotecnico preciso per individuare fabbisogni di riscaldamento e potenza del fotovoltaico da installare.
Il bel discorso si conclude con il costo di 11000 euro, 50% di recupero e copertura dei fabbisogni di bollette, acqua calda e riscaldamento (hahahah). 😥 😥 😥     Decido di interrompere la conversazione, ci salutiamo cordialmente e inizio la mia ricerca dei costi di sistemi di accumulo direttamente presso i fornitori.

LA SCOPERTA 😆 😆 😆

Consulto Varta, Sonnen, Tesla ed LG e la scoperta è che i prezzi si sono NOTEVOLMENTE ABBASSATI. Provo a fare due conti, non credo ai risultati, riprovo e … una batteria può ammortizzarsi in 4 o al massimo 5 anni!!!

PRIMO DATO: i costi della batteria partono dai 2500€ per 3kWh (adatto per un FV da 3kW) e man mano la capacità aumenta, il costo per kWh diminuisce.
Garanzie: tutte dai 10 anni in su, garanzia sulla funzionalità e sulla capacità di carica!!!

Cosa faccio: Ordino subito la mia batteria che installerò con il mio installatore di fiducia e che metterò subito in vetrina per amici, clienti e chiunque sia interessato ad investire. (presto allegherò le foto !!!)

COSA POTETE FARE: se avete dubbi chiedete, occorre un installatore di fiducia; io vi aiuterò per … comunicazione al comune (indispensabile per recuperare il 50%), comunicazione al GSE e edistribuzione. (In Ogni caso vi aspetto in via Garibaldi a Gussago!!!) 😆

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando "ACCETTO" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi